La parola alle aziende09 aprile 2017

TERRA MORETTI: UN GIARDINO VERDE AL VINITALY
CONTADI CASTALDI SRL

Il gruppo di Vittorio Moretti si presenta alla fiera di Verona nel suo nuovo assetto, che comprende oggi 6 cantine radicate in 3 territori ad alta vocazione vitivinicola per un patrimonio vitato complessivo di 1.084 ettari, dato quest’ultimo che la colloca in quarta posizione come gruppo vitivinicolo italiano. Franciacorta, Toscana e Sardegna sono le terre nelle quali il gruppo oggi opera, raggiungendo un fatturato complessivo nel 2016 di 65 milioni di euro per una produzione annua di 9,6 milioni di bottiglie. Come raccontare questa nuova realtà al Vinitaly? Con un concept molto semplice e immediato che, attraverso un’ispirazione “green”, riafferma i valori che hanno dato vita al gruppo Terra Moretti a partire dal 1977, anno di fondazione di Bellavista, la cantina che ha inaugurato il visionario progetto di Vittorio Moretti. Nei 300 metri quadri del Padiglione 7, dove si colloca lo stand del gruppo, il tema di fondo è il giardino “perché ogni vigna, ancora oggi, è curata proprio come un giardino, con la massima attenzione per ogni singolo cru, facendone il primo grande cardine sul quale costruire l’identità di ogni marchio. E, in questo processo, l’opera dell’uomo assume il valore di instancabile interprete della vocazionalità di ogni cantina e di ogni suo vino”. Così dichiara Francesca Moretti, a capo di Terra Moretti Distribuzione, la società di distribuzione che il gruppo ha fondato nel 2016 portando al suo interno cantine italiane di grande pregio quali Elvio Cogno e Cascina Eugenia 1641, la realtà del noto marchio di design fondata da Alberto Alessi sul lago d’Orta (Novara), per la prima volta quest’anno al Vinitaly nello spazio di Terra Moretti. “ Nel nostro stand quest’anno non ci saranno che soluzioni verdi – prosegue Francesca Moretti – Dalle pareti sino agli arredi tutto è stato pensato per ricreare la sensazione di armonia che proviamo quando camminiamo tra le vigne”. Progettato con il contributo di Costagroup (La Spezia), storico marchio italiano del design per il mondo del Food e dell’Hospitality, lo stand ha un’anima in legno, sagomata pezzo per pezzo in laboratorio da un artigiano della Franciacorta e completamente rivestita da un manto di vero prato verticale. Niente verrà sprecato, perché il verde del prato (100 mq), realizzato dalla ditta Valle dei Fiori di Mantova, la stessa che ha realizzato tutto il verde verticale di Expo Italia, verrà messo a dimora in una delle tenute toscane, mentre il grande bancone di mescita in corteccia diventerà un elemento di arredo dei WineBar che il gruppo sta realizzando nel mondo. Anche gli interni sono ispirati al mondo della natura e il partner scelto per questa ambito è l’azienda toscana Ethimo, specializzata nella produzione di sistemi di arredo per la vita all’aria aperta nel pieno rispetto dell’ambiente. “Tutti partner di valore – conclude Francesca Moretti – per sottolineare con forza che noi di Terra Moretti alla natura crediamo in maniera radicale. Il pensiero green, per il nostro gruppo, non è un fatto di moda, ma uno stile di vita che ci sta conducendo verso la completa conversione a biologico di tutte le vigne. Una scelta che comporta grandi investimenti ed una visione di lungo periodo, ma che siamo certi farà la differenza anche nel prodotto che avremo nel bicchiere”.