Wine News27 luglio 2017

Con 32 centimetri di diametro del tronco e oltre 350 anni di storia, la vite altoatesina Versoaln è la più grande e antica del mondo: cresce sul pendio del Castel Katzenzungen, dove è possibile visitarla e assaggiare il vino prodotto delle sue uve

Sono molte le caratteristiche che rendono l'Alto Adige un luogo che attira molti turisti appassionati di vino. Ma oltre alle sue tipiche produzioni, c'è una particolare vite che ogni anno cattura l'attenzione di appassionati e visitatori: il Versoaln, scientificamente documentata come la vite più antica del mondo, e di dimensioni affascinanti, cresce appunto in Altoadige, sul pendio settentrionale di Castel Katzenzungen, a ridosso di un muro , su un terreno porfirico molto povero dove, per secoli, si è accumulato materiale alluvionale. -
-BANNER-- Grazie alla sua storia unica, ogni anno la "super vite", con i suoi 32 centimetri di diametro del tronco, una superficie di 300 metri quadrati di pergolato e più di 350 anni di vita, attira migliaia di turisti incuriositi, aspettando la vendemmia dei suoi piccoli grappoli trasparenti, lavorati dal Podere Provinciale Cantina Laimburg, da cui produce una piccola quantità di bottiglie (dalle 80 alle 100 all'anno), che tutti i giovedì di agosto, settembre e ottobre i curiosi e gli appassionati potranno scoprire a degustare ai Giardini di Sissi, insieme agli aneddoti sulla viticoltura e l'enologia altoatesina con speciali visite guidate.