Wine News21 luglio 2017

É un luglio davvero frenetico per le compravendite di aziende nel mondo del vino, e non solo in Italia. In Francia Maison Louis Jadot acquista Domaine Prieur-Burnet in Borgogna, Guigal lo storico Domaine de Nalys a Châteauneuf-du-Pape

É un luglio davvero frenetico per le compravendite di aziende nel mondo del vino, e non solo in Italia. Dalla Francia arrivano due notizie degne di rilievo: la Maison Louis Jadot, uno dei nomi più importanti del vino di Borgogna, riporta "Wine Spectator", ha acquistato Domaine Prieur-Burnet, con 17 ettari di vigneti "premier cru" tra Santenay, Chassagne-Montrachet, Meursault, Volnay, Pommard Beaune. Un acquisizione, la cui cifra non è stata rivelata, e che porta le proprietà di Jadot ad un totale di 140 ettari (www.louisjadot.com), anche se ancora non è noto se le uve prodotte nei vigneti appena acquisiti andranno a formare una nuova linea di vini o confluiranno in quelle esistenti (la produzione complessiva di Jadot si aggira sulle 850.000 casse di vino all'anno).
--BANNER--Nello stesso tempo, un altro dei grandi nomi di Francia, la Maison E. Guigal, ha acquistato una delle realtà più storiche di Châteauneuf-du-Pape, Domaine de Nalys, fondata nel diciassettesimo secolo, che conta oltre 50 ettari di vigneto tra Nalys, Sénéchal e La Crau, e fino ad oggi di proprietà del Groupe des Assurances Mutuelles Agricole (Groupama). Anche qui sconosciuta la cifra ufficiale dell'affare, ma i ben informati, riporta "Decanter", parlano di 40-45 milioni di dollari. Una quotazione elevatissima, anche perchè le compravendite nello Châteauneuf-du-Pape sono davvero rare.
"La nostra famiglia ha comprato e affinato vini di Châteauneuf-du-Pape già dal 1946 - spiega Marcel Guigal - e riamo davvero orgogliosi ora di mettere radici nella denominazione". Oggi il gruppo (www.guigal.com) mette insieme oltre 400 ettari di proprietà, tra i 230 nella Côte-Rôtie, 150 a Condrieu, ed ora i 50 a Châteauneuf-du-Pape).