Wine News28 luglio 2017

Ocm Vino Promozione, il Consiglio dei Ministri approva il Decreto che l'assegnazione delle risorse 2017-2018 (102 milioni di euro, 70 alle Regioni e 32 al Ministero delle Politiche Agricole). Ora attesa per le sentenze Tar sul 2016-2017

Finalmente, venerdì 28 luglio, poche ore fa, è arrivato dal Consiglio dei Ministri il via libera al decreto del Ministero delle Politiche Agricole, sulle modalità attuative dell'Ocm Vino. Decreto che, ricorda il dicastero di Maurizio Martina, "riguarda l'assegnazione dei fondi comunitari per la promozione del vino nei Paesi terzi per il 2017/2018, con un budget complessivo di risorse gestite a livello nazionale e regionale di 102 milioni di euro", (70 alla Regioni ed il resto a livello nazionale, ndr).
"Diamo così un quadro normativo più chiaro ai produttori che vogliono investire nella promozione sui mercati extraeuropei - ha commentato il Ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina - è uno strumento importante per rilanciare le esportazioni dei nostri vini, in un contesto che vede una concorrenza sempre più agguerrita. Dobbiamo riuscire a comunicare sempre meglio il patrimonio di varietà e qualità che rende uniche e distintive le nostre esperienze vitivinicole".
Dichiarazione che, però, difficilmente convincerà la filiera, dopo le tante polemiche e richiami di questi mesi, e mentre ancora non si conoscono le sentenze del Tar sui ricorsi sulla campagna 2016/2017 che potrebbero cambiare ancora il quadro delle cose. Comunque, ora almeno c'è un decreto su cui lavorare, con tempi strettissimi e con l'estate che incombe, tra vendemmia e ferie che, storicamente, in agosto, rallentano moltissimo la macchina amministrativa. In ogni caso, spiega lo stringato comunicato ministeriale (il testo del Decreto definitivo non è attualmente reperibile sul sito del Ministero), l'approvazione è avvenuta con deliberazione motivata per la mancata intesa raggiunta in Conferenza Stato-Regioni, dove la sola Lombardia aveva votato contro.

Focus - Cosa prevede il Decreto Ocm Promozione 2017-2018
Le azioni
Sono ammissibili le seguenti azioni di comunicazione e promozione da attuare in uno o più Paesi terzi:
- azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità;
- partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale;
- campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell'Unione;
- studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione.
La promozione potrà riguardare:
- vini a denominazione di origine protetta;
- vini ad indicazione geografica protetta;
- vini spumanti di qualità;
- vini spumanti di qualità aromatici;
- vini con l'indicazione della varietà.
Entità del sostegno
L'importo del sostegno a valere sui fondi europei è pari al massimo al 50% delle spese sostenute per svolgere le azioni promozionali. Questo sostegno europeo può essere integrato con fondi nazionali o regionali.