Wine News02 agosto 2017

Tutto pronto per "Calici di Stelle", ma l'agenda è ricchissima di eventi: da "Santa Cecilia in Musica" da Planeta all'Accademia Chigiana da Cecchi, da "Benvenuto Brunello" a Courmayeur, alla Charity dinner a Castello di Ama e il Ferragosto da Vissani

Un Teatro in Vigna, anfiteatro naturale tra il vulcano e i vigneti, che ospita spettacoli teatrali e con una sua prima produzione teatrale: è quello dello "Sciaranuova Festival", edizione n. 3 con la regia di Planeta, che prosegue sull'Etna fino al 5 agosto. Ma nell'"Estate Planeta" c'è anche la musica classica, tra i vigneti, mandorli, carrubi e l'antico palmento della Tenuta di Buonivini a Noto, sfondo dei concerti al tramonto dell'edizione n. 2 di "Santa Cecilia in Musica" (11-12 agosto), con cui Planeta celebra l'inizio della vendemmia, a partire dal Nero d'Avola Santa Cecilia, il vino che porta il nome di famiglia e della patrona della musica. Musica e vino si incontrano anche al Bolgheri Wine Festival, l'anteprima del Bolgheri Festival dedicata alle grandi etichette del celebre terroir toscano (Marina di Castagneto Carducci, 4-5 agosto), e al Festival culturale di Val delle Rose, Tenuta della famiglia Cecchi, che, per la prima volta in Maremma, ospita l'Accademia Chigiana di Siena (19 agosto). E mentre anche il giardino del Castello di Semivicoli, dimora baronale del Seicento della griffe Masciarelli in Abruzzo, si trasforma in un palcoscenico itinerante celebrando i 2.000 anni dalla morte in esilio del sulmonese Publio Ovidio Nasone con "Le Metamorfosi" (16 agosto, con cestino gourmet; www.castellodisemivicoli.com), le note di Niccolò Fabi (12 agosto, con il concerto per il suo ventennale) e dell'esplosiva band canadese BadBadNotGood (15 agosto, in spiaggia sotto le stesse) sposano i vini e le prelibatezze del bistrot di Tormaresca al "Locus Festival" a Locorotondo, di cui l'"anima" pugliese di Marchesi Antinori è official partner (www.tormaresca.it). Sono questi solo alcuni degli eventi segnalati nell'agenda WineNews per wine lovers & gourmet, mentre in tutta Italia le cantine del Movimento Turismo del Vino e le piazze delle Città del Vino si preparano ad accogliere gli appassionati per brindare a "Calici di Stelle" (3-14 agosto, qui tutti gli eventi: http://bit.ly/2uUGf3w).
Un agenda come sempre ricca di appuntamenti, e, tra i quali, se con "Trentodoc sulle Dolomiti", le 45 case spumantistiche dell'Istituto Trento Doc invadono la Val di Fassa, con gli chef del territorio che accompagnano con i loro piatti le eleganti bollicine di montagna (fino al 6 agosto), anche "Benvenuto Brunello" in tour in Italia fa tappa tra le vette, a Courmayeur (5-7 agosto), con le cantine del Consorzio - da Argiano a Banfi, da Camigliano a Canalicchio di Sopra, da Capanna a Caprili, da Cava d'Onice a Col d'Orcia, da Collelceto a Cortonesi - La Mannella, dalla Fattoria dei Barbi a Il Poggione, da Pietroso a San Lorenzo, da Sesta di Sopra a Talenti e Uccelliera - protagoniste nell'evento ideato da Wine Zone con aperitivi e degustazioni, seminari e workshop per appassionati e addetti ai lavori, con al centro il Brunello ma anche il Rosso di Montalcino e le altre denominazioni del territorio, al Grand Hotel Royal & Golf di Courmayeur, al Caffè della Posta e all'Enoteca Signori di Avise (https://winezone.wixsite.com/brunelloontour).
Nell'agenda food, Andrea Berton, chef stellato del Ristorante Berton di Milano, sarà ospite del collega Giorgio Servetto, per preparare insieme una "cena a quattro mani" al suo ristorante Nove di Villa della Pergola ad Alassio, abbinata alle migliori etichette delle Cantine Ferrari, tra le quali il Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2006, anteprima esclusiva 2017 (6 agosto; www.noveristorante.it). Spazio anche alla solidarietà, con un appuntamento ormai tradizionale ed importante nella notte di San Lorenzo: la Charity walking dinner al Castello di Ama nel Chianti Classico, per la Fondazione Tommasino Bacciotti Onlus, con i vini della griffe e le etichetti di Alois Lageder e Cantina della Volta, accompagnati da eccellenze gastronomiche (10 agosto; www.castellodiama.com). E perché non celebrare Ferragosto in una location d'eccezione? Il giardino e la terrazza di Casa Vissani a Baschi, sotto le stelle, invitano ad una Ferragosto Night (14 agosto), tra "Una Bolla tira L'Altra", "Vi presento Vero … il nostro Orto", "Taglia che ti Passa" e uno "Show Cooking partecipato" del grande chef Gianfranco Vissani, con la guida di Luca Vissani (www.casavissani.it).
Infine, in questa carrellata di eventi selezionati, tra le mostre, la Cantina Pizzolato a Villorba (Treviso) ospita "Gli animali fantastici" di Dario Fo (fino al 30 settembre; www.lacantinapizzolato.com), realizzati dai bambini delle scuole in memoria del Premio Nobel, nel "Progetto Dario Fo", un concorso promosso dall'associazione Abconlus con la consulenza della Compagnia Teatrale Fo Rame, ispirandosi all'ultimo volume di Fo "Darwin. Ma siamo scimmie da parte di padre o di madre?". E si torna a Bolgheri, alla cantina Guado al Melo dove è di scena la mostra "Bolgheri, impressioni dalla natura" di Katrin Pfeifer, fotografa tedesca che vive da anni a Castagneto Carducci, dedicata alla flora e alla fauna del territorio, a partire dall'Oasi del Wwf (5 agosto-30 settembre, il 4 agosto l'inaugurazione; www.guadoalmelo.it). Il tutto aspettando il taglio dei primi grappoli con un evento imperdibile: il Mandrarossa Vineyard Tour 2017, la vendemmia sul mare nei vigneti di Cantine Settesoli a Menfi (26-27 agosto, www.vineyardtour.it), occasione unica per vivere ed immergersi nella bellezza e nei sapori del Menfishire.


Focus - Arte contemporanea, teatro e musica, da Palermo all'Etna fino a Noto: ecco l'"Estate Planeta", il cartellone di eventi culturali promosso dalla griffe siciliana per il territorio, dalla mostra di "Viaggio in Sicilia" allo Sciaranuova Festival e il "Santa Cecilia in Musica" (fino al 12 agosto)
Arte contemporanea, teatro e musica, da Palermo all'Etna fino a Noto, per conoscere i territori del vino in Sicilia e leggerne in modo diverso le singole specificità culturali: ecco l'"Estate Planeta", il cartellone di eventi culturali promosso dalla griffe siciliana per il suo territorio, che si è aperto il 30 giugno, quando, grazie alla partnership istituzionale col Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas di Palermo, è stata inaugurata la mostra di "Viaggio in Sicilia 7. Mappe e miti del Mediterraneo" (fino al 10 settembre), a cura di Valentina Bruschi, e risultato della residenza itinerante d'artista del settembre 2016 in vendemmia con protagoniste le opere degli artisiti Marianna Christofides, Gabriella Ciancimino, Malak Helmy, Andrew Mania, Pietro Ruffo, Luca Trevisani, appositamente pensate per gli spazi del museo, in dialogo con i reperti archeologici.
Da Palermo all'Etna, prosegue anche l'edizione n. 3 dello Sciaranuova Festival, il Teatro in Vigna di Planeta, anfiteatro naturale tra il vulcano e i vigneti, che ospita spettacoli teatrali sotto la direzione artistica di Paola Pace, autrice e protagonista della prima produzione teatrale del Festival: il suo "Tre Pi, Le fiabe atroci di Palermo", dai testi di Giuseppe Pitrè, ha inaugurato il cartellone il 28 luglio, che ora continua il 4 agosto con "Nunzio" con Spiro Scimone e Francesco Sframeli e la regia di Carlo Cecchi, e il 5 agosto con "Mari" di Tino Caspanello e con Cinzia Muscolino.
Le vigne della Tenuta di Buonivini a Noto, tra i mandorli, i carrubi e l'antico palmento restaurato, ospiteranno invece un programma di concerti al tramonto che culminerà l'11 e 12 agosto con la seconda edizione di "Santa Cecilia in Musica". Ad esibirsi, il maestro Giovanni Bietti e il suo Open Trios con un doppio programma che rinnoverà l'antico legame tra il vino e la musica, seguito da una cena di Casa Planeta. "Dopo l'inaugurazione della settima mostra di "Viaggio in Sicilia #7" al Museo Salinas e della terza edizione di "Sciaranuova Festival" nel nostro Teatro in Vigna sull'Etna - sottolinea Francesca Planeta - grazie alla prestigiosa collaborazione con Giovanni Bietti rafforziamo sempre di più il legame tra la nostra tenuta e un'altra forma d'arte: la musica. Con questi due concerti in vigna celebreremo l'inizio della vendemmia: è qui che nasce infatti il Nero d'Avola Santa Cecilia, il vino che porta il nome della nostra famiglia e della patrona della musica". Giovanni Bietti, al pianoforte, sarà accompagnato da Pasquale Laino al sax e Luca Caponi alle percussioni, e guiderà il pubblico alla scoperta di una storia musicale attraverso gli spartiti di Beethoven, George Gershwin e Duke Ellington, l'11 agosto con "L'Europa di Beethoven. Canti popolari delle varie nazioni d'Europa: il primo Progetto Multiculturale", e il 12 agosto con gli "Americani a Parigi".
Per tutta l'estate 2017, Planeta accoglierà il pubblico anche attraverso il proprio mondo dell'ospitalità, da La Foresteria Menfi con il Ristorante tappa gastronomica de Le Soste di Ulisse con lo chef Angelo Pumilia, che attinge alla grande eredità di Casa Planeta, a La Foresteria di Palermo, un raffinato apartment hotel nel salotto nobile della città Capitale italiana della Cultura 2018, fino ai Winetour tra Menfi, Noto e l'Etna.
Info: www.planeta.it

Focus - Con "Trentodoc sulle Dolomiti", le 45 case spumantistiche dell'Istituto Trento Doc invadono la Val di Fassa, con gli chef del territorio che accompagnano con i loro piatti le eleganti bollicine di montagna (fino al 6 agosto)
Fino al 6 agosto, tutta la Val di Fassa e i locali più belli delle Dolomiti di Fassa, ospitano la kermesse "Trentodoc sulle Dolomiti", con le 45 case spumantistiche dell'Istituto Trento Doc protagoniste di un ricco calendario di aperitivi musicali, menu gourmet e cene stellate per raccontare il primo Metodo Classico ad aver ricevuto la Doc in Italia. Il 4 agosto sarà di scena anche "Fassa Fuori Menu" in Piazza Marconi a Canazei, con i grandi chef della Val di Fassa in un happening unico, che coniuga tradizione gastronomica e Trentodoc.
E, poi, "L'aperitivo" all'Albergo International "Trentodoc, salumi e formaggi del Trentino", al Winebar Enoteca Valentini con "Degustazioni Trentodoc in Cantina" e al Ristorante Rita Stube con "Il menù spumeggiante" a Canazei, e al Bar Faloria a Moena con "L'aperitivo a Moena è Trentodoc!". "I Menù Del Territorio" si potranno assaggiare invece a El Pael con "Carne alla Griglia e Trentodoc", a La Montanara con "Trentodoc e la cucina della mamma" e a El Cianton con "Gustare il territorio con Trentodoc" a Canazei, ma anche al Rifugio Fuciade con "A tutta Bolla Trentodoc!" al Passo San Pellegrino, al Della Villa Restaurant con "Trentodoc … a Campitello" a Campitello di Fassa, alla Baita Checco con "Trentodoca 360° sulle Dolomiti" a Vigo di Fassa, e a El Filò con "Natura, Territorio e Trentodoc!" a Pozza di Fassa. "Menu Stellati" invece a L'chimpl Da Tamion con "I piatti dello chef abbinati a Trentodoc" dello chef patron Stefano Ghetta a Vigo di Fassa, e al Malga Panna con "Trentodoc e profumi d'alpeggio" dello chef patron Paolo Donei a Moena. Infine, "L'abbinamento Insolito" alla Stua Dei Ladins con "Sebastiano racconta Himalaya e Trentodoc" a Canazei, e a Le giare con "Un mare di bollicine" a Pozza di Fassa. Ecco le 45 case spumantistiche Trentodoc protagoniste: Abate Nero, Accademia Del Vino Cadelaghet, Agraria Riva Del Garda, Altemasi, Balter, Bellaveder, Borgo dei Posseri, Cantina Aldeno, Cantina d'Isera, Cantina Mori Colli Zugna, Cantina Rotaliana Di Mezzolombardo, Cantina Roveré Della Luna Aichholz, Cantina Sociale Di Trento, Cantina Toblino, Cantine Ferrari, Cantine Monfort, Cembra Cantina di Montagna, Cesarini Sforza Spumanti, Concilio, Conti Bossi Fedrigotti - Masi, Conti Wallenburg, Endrizzi, Etyssa, Fondazione Edmund Mach, Gaierhof, Letrari, Madonna Delle Vittorie, Marco Tonini, Mas Dei Chini, Maso Martis, Maso Nero, Maso Poli, Metius, Moser, Opera Vitivinicola In Valdicembra, Pedrotti Spumanti, Fratelli Pisoni, Revì, Rotari, San Michael, Simoncelli Armando, Viticoltori In Avio, Vivallis, Zanotelli Elio & Fratelli e Zeni Giorgio.
Info: www.trentodoc.com

Focus - Arriva il Bolgheri Festival (7-24 agosto, Marina di Castagneto Carducci), e la formula (vincente) è sempre la stessa: arte, natura e musica per valorizzare i vini e il territorio in cui nascono. Anteprima con Bolgheri Wine Festival (4-5 agosto)
La musica come mezzo di valorizzazione del vino e del suo territorio d'origine è ormai una formula più che collaudata e apprezzata, e ne sono esempi il Collisioni Festival di Barolo, dove vini di tutta Italia, con il Progetto Vino, hanno incontrato la musica di artisti internazionali del calibro di Robbie Williams e Placebo, ed il Jazz&Wine a Montalcino , dove il celebre Brunello ha accompagnato i concerti dei protagonisti del jazz del calibro di Danilo Rea e Robert Gasper Experiment. Adesso è il turno dei grandi vini di Bolgheri: arte, natura, musica e i famosi vini toscani saranno al centro del Bolgheri Festival, nato per valorizzare non solo il vino, ma il territorio toscano e tutti i suoi prodotti, proponendo svago e divertimento con scelte artistiche di qualità.
L'edizione 2017, al via il 7 agosto, fino al 24 agosto, a Marina di Castagneto Carducci, vedrà sul Palco della MarinArena, per un mese intero, un ricco cartellone con artisti che spaziano dalla musica pop alla rassegna teatrale, come Fiorella Mannoia, Aftherhours, Mannarino, Enrico Brignano, Renzo Arbore, Benji e Fede, Kolors, il musical dedicato ai bambini Cenerentola, il Tributo ai Pink Floyd con Vittorio De Scalzi e Durga MC Broom e lo spettacolo "Sgarbi presenta Michelangelo".
Il Festival inaugurerà il 7 agosto con la B.c.c.Rock Night 2017 con un contest per band e il live dei 7Years.
Il Festival sarà anticipato da una Anteprima, il Bolgheri Wine Festival, il 4 ed il 5 agosto, in cui la MarinArena ospiterà uno spazio dedicato alle aziende produttrici di vino, offrendo degustazioni e spettacoli di intrattenimento musicale.
Info: www.bolgherifestival.it

Focus - Ecologia, sport, musica, arte e cultura animano l'estate a Val delle Rose, la Tenuta in Maremma della famiglia Cecchi, con un vero e proprio Festival culturale (fino al 2 settembre). Ospite d'onore, l'Accademia Chigiana di Siena
Si parte con un trekking in vigna, tre diversi percorsi per altrettante difficoltà e lunghezza, il cui nome varia secondo la vigna da cui passa - percorso Morellino, Litorale e Poggio Leone - si prosegue con la visita alle cantina e le degustazioni dei suoi vini, dal Morellino di Scansano Docg al Vermentino, in abbinamento ai prodotti locali all'ora del tramonto, per poi assistere il 19 agosto, per la prima volta, ad un prestigioso concerto dell'Accademia Chigiana in Maremma con quattro percussionisti che con i loro vibrafoni costruiranno suggestive armonie contemporanee: è un vero e proprio Festival culturale quello promosso dalla famiglia Cecchi nella Tenuta Val delle Rose in Maremma, che "non è soltanto vino - spiega Andrea Cecchi - ma vogliamo farla vivere in tutta la sua bellezza". Il 2 settembre, invece, sarà la volta dell' Orchestrina Maccheroni Swing e un repertorio di canzoni italiane e internazionali dal sapore retrò con atmosfere swingeggianti. E, per l'occasione, sono state inaugurate anche le installazioni del Maestro Antonio Barbieri e ad agosto sarà proiettato un film selezionato da Lo Schermo dell'Arte Film Festival.
Info: www.valdellerose.it

Focus - Il taglio dei primi grappoli, un evento: al Mandrarossa Vineyard Tour 2017, la vendemmia sul mare nei vigneti di Menfi, occasione unica per vivere ed immergersi nella bellezza e nei sapori del Menfishire (26-27 agosto)

Un viaggio alla scoperta di un territorio e delle sue tradizioni, che affondano le radici nella storia e in una straordinaria vocazione agricola, che si rivela nei vini e nella cucina locale: ecco il Mandrarossa Vineyard Tour 2017, la vendemmia sul mare nei vigneti di Cantine Settesoli a Menfi (26-27 agosto), occasione unica per vivere ed immergersi nella bellezza e nei sapori del Menfishire.
Gli ospiti del Mandrarossa Vineyard Tour potranno sperimentare, guidati dall'esperienza dei vignaioli di Mandrarossa uno dei momenti più attesi dell'anno, come la vendemmia, muniti di forbici e cestini, ascoltando i racconti di chi lavora in vigna e la custodisce come un gioiello di famiglia. E tra i banchi d'assaggio di Casa Mandrarossa e Pineta Molinari e le degustazioni guidate, organizzate nella Pineta Pelella, curiosi e wine lovers potranno gustare le etichette Mandrarossa, dagli autoctoni fino ai vitigni internazionali e quelli più innovativi. Accanto agli appuntamenti a tema vino ci saranno i momenti dedicati alla cucina tradizionale menfitana di cui le signore di Menfi sono custodi e promotrici. A Casa Mandrarossa e Pineta Molinari offriranno i piatti della cucina contadina al Banco dell'Orto, al Banco del Pane, delle Sarde, dei Formaggi, della Pasta, dei Dolci e della Frutta. Sarà possibile ammirare la gestualità delle preparazioni e gustare quei sapori che sono espressione del territorio e della sua anima contadina.
Gli amanti della cucina avranno anche la possibilità di apprendere alcune delle ricette proposte dalle signore di Menfi negli show cooking, nuovo appuntamento del Mandrarossa Vineyard Tour dedicati alle busiate e maccarruna, pasta fatta in casa, al pane pizziato, e ai dolci tipici di Menfi: le sfinge e l'ovu ncannulatu. Ed ancora, momenti dedicati alle attività all'aria aperta, al relax e alla buona musica, per grandi e per bambini.
Info: www.vineyardtour.it

Focus - Dall'Alto Adige alla Sicilia, "gran tour in Italia" con gli eventi segnalati in agenda da WineNews"
In Alto Adige, per tutta l'estate, si rinnova la formula di "In vetta con gusto" in Alta Badia, con chef stellati abbinati ad altrettanti rifugi: da Norbert Niederkofler (St. Hubertus, Relaix & Chateaux Hotel Rosa Alpina, 2 stelle Michelin) a Matteo Metullio (La Siriola, Hotel Ciasa Salares, 1 stella Michelin), da Nicola Laera (La Stüa de Michil, Hotel La Perla, 1 stella Michelin) a Nicola Portinari (La Peca, 2 stelle Michelin), da Giancarlo Perbellini (Casa Perbellini, 2 stelle Michelin) a Giancarlo Morelli (Pomiroeu, 1 stella Michelin), da Stefano Lombardi (Il Pellicano, 1 stella Michelin) a Cristina Bowerman (Glass Hostaria, 1 stella Michelin; www.altabadia.org). Il 4 agosto c'è anche La Dolomitica, il picnic più stellato d'Italia ai piedi delle Dolomiti Patrimonio Unesco e del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies con i migliori chef e ristoratori dell'Alta Badia e di alcune Regioni italiane. Il 9 agosto, invece, c'è "Chef in piazza in Val Galderna", a Selva di Val Gardena, nello show cooking "Star Chef con i migliori cuochi locali (dell'Hotel Gran Baita Sport & Wellness, del Savoy Small Luxury&Spa Hotel e dell'Hotel Acadia-Your home in the mountains; www.valgardena.it), con la possibilità per i gourmet di cimentarsi insieme a loro ai fornelli, con la guest star Rubina Rovini, rivelazione dell'edizione n. 5 di MasterChef. E, ancora, tutti i giovedì, da agosto ad ottobre, i Giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff a Merano invitano all'esperienza "Giardini & Vino", con una visita al paradiso botanico meranese e degustazione del pregiato vino della vite "Versoaln", la più antica al mondo, a Castel Katzenzungen di Prissiano (www.trauttmansdorff.it). In Trentino, ad Isera, prosegue invece Castelli diVini, rassegna della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino con l'Assessorato alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento, la Rete dei Castelli del Trentino e il Nuovo Ensemble di Trento, per conoscere la storia dei Castelli e degustarvi come aperitivo i vini del territorio, in abbinamento alle prelibatezze locali, e godersi un concerto di musica classica: il 25 agosto l'appuntamento è a Castel Ivano (www.tastetrentino.it/castellidivini).
In Piemonte musica & vino si incontrano in Langa nella rassegna "Suoni dalle Colline di Langhe e Roero" dell'Alba Music Festival, con un concerto di musica classica al giorno e tutti gratuiti fino al 6 agosto, con importanti artisti italiani e internazionali in cantina (dalla Cantina Terre del Barolo alla Tenuta Carretta), santuari, chiese, castelli, piazze e teatri naturali (www.albamusicfestival.com). Appuntamento anche a Torino, con la "Festa del Crudo - In un mare di Bolle!" a Eataly Lingotto (3 agosto; www.eataly.net), con l'abbinamento perfetto pesce crudo & bollicine, nei piatti realizzati dai ristoranti torinesi Oinos, Il Brigantino e Cruru e le etichette della Cantina di Eataly. In Emilia Romagna, fino al 24 agosto, Podere Riosto a Pianoro (Bologna) invita i wine lovers alle sue Cene in Vigna, con musica, ed ad uno speciale Pranzo di Ferragosto tra i filari (www.podereriosto.it). E da Bologna a Piacenza, da Ferrara a Milano Marittima, da Rimini a Cesenatico, centinaia di etichette regionali e prodotti d'eccellenza Dop e Igp sono protagonisti di Tramonto DiVino, la carovana del gusto della Regione Emilia-Romagna che anima l'estate tra le città d'arte e le principali località balneari della Riviera, fino al 22 settembre (www.emiliaromagnavini.it). E al Parco Fellini a Rimini arriva anche la carovana dei foodtruck dell'Associazione Nazionale Streetfood (4-6 agosto; www.streetfood.it). In Toscana, è entrato nel vivo il Morellino Classica Festival 2017, la rassegna che porta nel territorio del Morellino di Scansano in Maremma i più importanti protagonisti della scena musicale e artistica: il prossimo appuntamento è alla Tenuta dell'Ammiraglia dei Marchesi de' Frescobaldi (9 agosto; www.morellinoclassicafestival.com). E proseguono i "Pomeriggi con i produttori" alla "Vernaccia di San Gimignano Wine Experience" a San Gimignano, organizzati dal Consorzio della Denominazione San Gimignano nella terrazza della Rocca di Montestaffoli (25 agosto; www.vernaccia.it), con i vini delle cantine Alessandro Tofanari, Cappella Sant'Andrea, Casa alle Vacche, Casa Lucii, Cesani, Colline dei Venti, Abbazia di Monteoliveto, Fattoria di Fugnano e Bombereto, Fattoria di Pancole, La Buca di Montauto, La Lastra, Il Lebbio, Il Palagione, San Benedetto, San Quirico e Teruzzi e Puthod, in abbinamento agli assaggi gastronomici proposti a rotazione dai ristoranti La Bettola del Grillo, L'Osteria del Carcere, Il Ceppo Toscano e Perucà. Fino al 12 novembre, invece, lo spirito rock di Laovejabala è di scena invece alla Tenuta del Buonamico a Montecarlo (Lucca), nella terza avventura di Enrique Martín e Raúl San Cristóbal di Laovejabala in Toscana grazie alla famiglia Fontana, con le star della musica per l'anniversario n. 20 del Lucca Summer Festival ad ispirare le opere in barriques di "Deconstruction - Pieces of colored music" (www.buonamico.it). Vino e musica anche nel Chianti Classico, al Castello di Meleto a Gaiole in Chianti con le serate "Wood&Wine", per scoprire le caratteristiche che i legni di botti e barrique conferiscono ai vini, così come le diverse essenze del legno agiscono direttamente sul suono degli strumenti, in un ideale abbinamento tra note musicali e vino (24 agosto e 21 settembre; www.castellodimeleto.it). Ci si sposta a Montalcino, al resort Rosewood Castiglion del Bosco per una "Cena a km zero accanto all'Orto Biologico" (fino al 30 agosto), un pic-nic "Polvere di Stelle" ammirando le stelle cadenti (8 agosto) e a Ferragosto con il menu a base di pesce l'"Eco del Mare" e una festa a bordo piscina, ma anche per una tradizionale Festa della Domenica in campagna (27 agosto) e persino per la ricreazione di un mercato del pesce nella "Cena Alta Marea" al Ristorante Campo del Drago (www.rosewoodhotels.com).
In Umbria, l'antico borgo di Corciano, tra I Borghi più belli d'Italia e riconosciuto come Destinazione Europea d'Eccellenza, ospita il Corciano Festival (5-20 agosto; www.corcianofestival.it), con tanti eventi dedicati ad arti visive, teatro, musica, letteratura, enogastronomia e rievocazioni storiche, con ospite d'eccezione Stefano Callegaro, vincitore di MasterChef Italia 2015, che preparerà menù speciali accompagnati da una selezione di vini delle cantine del territorio del Trasimeno alla Taverna del Duca. A suon di jazz, si va in Abruzzo, per i "Lunedì Jazz" al Castello di Semivicoli di Masciarelli, fino al 4 settembre, con i concerti nel giardino segreto del Castello accompagnati dai vini della celebre cantina (www.castellodisemivicoli.com). In Campania, prosegue il Festival della Dieta Mediterranea a Pollica e al Museo Vivente della Dieta Mediterranea a Pioppi (fino al 3 settembre; www.pollica.gov.it), 40 giorni di eventi per parlare di sostenibilità ambientale, biodiversità, agricoltura, cibo di qualità e promozione territoriale, voluti da Legambiente e dal Comune di Pollica con il patrocinio della Regione Campania e del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Il borgo di Auletta ospita invece il percorso gastronomico "Mangiamo con i contadini" (13-14 agosto; www.biancotanagro.com), tra buon cibo - dal fagiolo bianco Tondino alla pizza chiena, dalla carne di maiale con patate e peperoni fritti al carciofo bianco del Tanagro - e musica popolare nelle antiche "masserie", in un periodo importante per un luogo che si colora del ritorno degli emigranti, di parenti ed amici, lontani per buona parte dell'anno. In Puglia, fino al 5 agosto, è tornato il Mercatino del Gusto di Maglie (Lecce; www.mercatinodelgusto.it), uno degli eventi dedicate alla cultura enogastronomica più longevi e importanti d'Italia, con oltre 50 tra cene, laboratori e degustazioni guidate, più di 40 concerti, showcase e spettacoli di danza, presentazioni di libri, appuntamenti dedicati ai più piccoli, coinvolgendo circa 100 aziende, i migliori cuochi e chef di Puglia come Pietro Zito, ospitando giornalisti, appassionati, produttori e blogger e accogliendo migliaia di turisti provenienti da tutta la Regione e dal resto d'Italia.
In Sicilia, è possibile rivivere l'esperienza di assaggiare le etichette dell'isola nella cornice d'eccezione del Parco Radicepura a Giarre grazie a "Sicilia en Primeur 2017-Summer Edition", tutte le domeniche fino al 22 ottobre, con la regia di Assovini in collaborazione con il Radicepura Garden Festival, con degustazione tecniche, aperitivi e dj set per gli appassionati (www.assovinisicilia.it). Restando sull'isola, fino al 31 agosto, appuntamento tutti i giovedì al tramonto, con Cantine Pellegrino alle Terrazze panoramiche dell'Ouverture di Marsala, con vista mozzafiato sulle isole Egadi, vini e piatti gourmet dedicati a Mozia, Capo Beo, le Isole Egadi, Pantelleria e Marsala (www.carlopellegrino.it). Uno sguardo oltreconfine, porta in Germania, dove, per raccontare le eccellenze dei territori italiani su cui vola, Air Dolomiti ha chiesto a chi produce il Chianti di metterci la faccia: il risultato è "The Proud Winegrowers", un'esposizione fotografica all'International Airport di Monaco di Baviera (fino al 30 agosto) che, attraverso i celebri scatti del fotografo toscano Edoardo Delille, mostra ai viaggiatori 25 volti di orgogliosi produttori, proprietari e lavoratori italiani e stranieri del vino italiano forse più conosciuto nel mondo. Realizzata con il Consorzio Vino Chianti, la mostra, gratuita, è la prima delle cinque previste nel progetto "Behind the excellence" realizzato da Air Dolomiti e dal Festival Cortona On The Move (www.consorziovinochianti.it).

Focus - Uno sguardo oltre l'estate: nella Chiesetta di Coazzolo dove l'arte di David Tremlett dialoga con i vigneti delle Langhe, Giorgio Li Calzi alla tromba e live electronics e Manuel Zigante al suo violoncello, due percorsi apparentemente distanti, convergono in Solaris (Asti, 17 settembre)
Nella Chiesetta di Coazzolo (Asti) dove l'arte di David Tremlett con il suo progetto di wall drawing dialoga con i vigneti delle Langhe, il 17 settembre Giorgio Li Calzi alla tromba e live electronics e Manuel Zigante al suo violoncello, due percorsi apparentemente distanti, convergono come il film di Tarkovskij a cui i due maestri si ispirano per il loro concerto: Solaris, primo di una serie di eventi artistici per cui l'opera d'arte possa vibrare della sua contemporaneità. La composizione di Solaris sarà infatti eseguita nello spazio sacro dell'arte di Tramlett dove l'artista è entrato in un rapporto profondo con l'essenza strutturale e simbolica dell'edificio e del territorio che lo circonda, quel paesaggio naturale di cui si sono nutriti Beppe Fenoglio e Cesare Pavese.
Prima del concerto il visitatore sarà accolto nella chiesetta di Coazzolo dal teatro danza del collettivo Scirò diretto da Daniela Febino, regista eclettica che conosce la natura del gesto emozionale del corpo e che da anni si occupa della trasversalità tra le arti, una sorta di anteprima del progetto artistico voluto da Alessandra Morra e Silvano Stella, il cui obiettivo è quello di stimolare una dialettica tra chi abita e trasforma con il proprio lavoro un paesaggio patrimonio dell'Umanità per l'Unesco diffondendo nel mondo la sua cultura, e artisti di grandissimo livello che, con i loro molteplici linguaggi, possono aiutare a scoprire e riscoprire sensibiltà estetiche talvolta smarrite.
Info: www.giorgiolicalzi.com - www.8celli.it

Focus - Tra grandi bianchi appena messi in bottiglia e non ancora sul mercato, rossi eccellenti e bollicine d'alta quota: a Bolzano, il 22-23 settembre, c'è il primo Alto Adige Wine Summit, "Anteprima" dei vini di uno dei territori top del Belpaese
Celebre soprattutto per i suoi grandi bianchi, dal Pinot Grigio, al Gewürztraminer allo Chardonnay, ma anche eccellente territorio rossista, soprattutto con Schiava, Lagrein e Pinot Nero, e senza dimenticare la produzione spumantiera, anche l'Alto Adige del vino lancia la sua "Anteprima": il 22-23 settembre, al MEC Meeting & Event Center Alto Adige Fiera Bolzano, è di scena l'edizione n. 1 dell'Alto Adige Wine Summit (https://goo.gl/sbE6hM), manifestazione nata sotto l'egida del Consorzio Vini Alto Adige (155 aziende vinicole che producono più del 99% dei vini Doc del territorio) e completamente dedicata al vino altoatesino.
Con la possibilità, il 22 settembre, di confrontarsi vis-à-vis con 61 produttori locali, e soprattutto con l'esclusiva opportunità di degustare vini appena imbottigliati e ancora non disponibili sul mercato: con degustazioni ad hoc, come le verticali dedicate all'Alto Adige Pinot Bianco Riserva Passion di Cantina Produttori San Paolo, all'Alto Adige Gewürztraminer Riserva Brenntal di Cantina Kurtatsch e all'Alto Adige Sauvignon Lafóa di Colterenzio. Il 23 settembre, invece, sarà la volta di Wine Stories, un percorso narrativo sul vino altoatesino che coniuga la degustazione con l'ascolto delle storie personali di chi vive e produce nel territorio, e ancora verticali con vini e cantine simbolo dell'Alto Adige del Vino, da Franz Haas (Manna IGT) a Tenuta A. Egger-Ramer (Alto Adige Lagrein Riserva Tenuta Kristan) da Cantina Tramin (Alto Adige Gewürztraminer Nussbaumer) a Cantina Produttori San Michele Appiano (Alto Adige Sauvignon St. Valentin).
Ma in piena tendenza "bollicine", l'"Alto Adige Wine Summit" sarà anche vetrina per il crescente movimento spumantistico altoatesino, basato sui tre vitigni tipici di Borgogna, ossia Pinot bianco, Chardonnay e Pinot nero ed esclusivamente col metodo "classico". Dalle etichette della cantina spumantiera più alta d'Europa, Arunda Vivaldi (1.200 metri) a Kettmeir, passando per gli spumanti bio della Tenuta Lieselehof, fino a quelli invecchiati 48 mesi sui lieviti in un vecchio bunker militare dalla Cantina St. Pauls di San Paolo/Appiano.